A 41 anni dalla morte di don Ugo. In Piazza la voce del Venerabile, al rosario la veglia

0
104

articolo ripreso da portalecce
[ad_1]

Al via oggi la settimana dedicata a don Ugo De Blasi che 41 anni fa, esattamente la mattina del 6 febbraio, mentre pregava ai piedi dell’altare della Madonna del Rosario nell’omonima basilica che reggeva come parroco, tornava nella Casa del Padre.

 

 

 

In programma una serie di celebrazioni ed eventi che non solo ricorderanno l’anniversario della sua nascita al cielo ma anche per festeggiare come comunità diocesana la sua proclamazione a Venerabile (LEGGI).

Oggi comincia la tre-giorni di preparazione all’evento del 9 febbraio che vedrà a Lecce il card. Marcello Semeraro, prefetto del Dicastero delle cause dei santi. Ma andiamo per ordine: oggi alle 19,30, nella basilica del Rosario l’arcivescovo Michele Seccia presiederà una veglia diocesana con la lettura degli scritti di don Ugo, cui farà seguito un concerto a cura de Gli Archi – Laboratorio di Musica da Camera del Conservatorio “T.  Schipa” di Lecce.

La giornata, però, avrà un primo momento di commemorazione oggi alle 12: verrà trasmessa in filodiffusione in Piazza Duomo la bella omelia che il 31 ottobre 1971don Ugo tenne in Cattedrale, in occasione del XXV anniversario dell’ordinazione sacerdotale del defunto don Sandro Rotino (LEGGI).

Domani 7 febbraio, alle 19.30, sempre in basilica, un breve momento di preghiera e di riflessione sulla figura di don Ugo De Blasi, guidato dal sacerdote leccese mons. Carmelo Pellegrino, già promotore della fede presso il Dicastero delle cause dei santi.  

Mercoledì 8 febbraio, infine, alle 17.30, il nuovo rettore della basilica del Rosario, mons. Giancarlo Polito, presiederà la messa vespertina, cui seguirà un momento di adorazione eucaristica.

Giovedì 9 febbraio, come anticipato, il card. Marcello Semeraro, prefetto del Dicastero delle cause dei santi alle 18 presiederà l’eucarestia in cattedrale, all’inizio della quale verrà data lettura del Decreto di Venerabilità, firmato dallo stesso porporato. Il Decreto verrà poi consegnato alla diocesi nelle mani dell’arcivescovo Seccia, del postulatore della causa di di canonizzazione di don Ugo, il frate minore Padre Gianni Califano e del vicepostulatore mons. Pierino Liquori.

Alla concelebrazione, oltre all’arcivescovo Seccia e al clero leccese parteciperanno anche gli arcivescovi Donato Negro (Otranto) e Luigi Pezzuto e i vescovi Fernando Filograna (Nardò-Gallipoli), Vito Angiuli (Ugento-Santa Maria di Leuca) e Cristoforo Palmieri.

La celebrazione del 9 febbraio, per la regia di Francesco Capoccia, sarà trasmessa in diretta sulla pagina Fb di Portalecce e da Tele Dehon (ch 19).

 

 

[ad_2]